salute; disegno di una testa; puzzle;

Giornata mondiale della salute

Giornata mondiale della salute: l’impatto dei social sulla salute mentale e come disintossicarsi 

Nel 1948 l’health world assembly (assemblea mondiale della sanità) ha deciso di istituire la giornata mondiale della salute, approvata poi nel 1950 e segnata al 7 Aprile; data che coincide con la nascità dell’Health World Organizzation (l’OMS) che ormai abbiamo imparato a conoscere benissimo.

Negli ultimi due anni in cui il protagonista indiscusso delle nostre giornate è stato il covid, il ministero della salute è diventato l’interlocutore che ci ha permesso di organizzare, per quanto possibile, le nostre vite anche se nella maggior parte dei casi vissute on-line.
Lo smart working, il networking e tutte le attività lavorative e ricreative si sono riversate nello stesso non-luogo: internet.

Ciò che sicuramente abbiamo appreso da questa pandemia stando chiusi in casa, è l’importanza della digitalizzazione e dei social media.

Ma l’aver trascorso così tante ore sui social, quanto ha impattato sulla nostra salute mentale?

L’impatto dei social sulla salute mentale

Secondo una ricerca pubblicata dalla Royal Society for Public Health c’è stato un aumento del 70% di fenomeni come ansia e depressione nei giovani fino ai 25 anni.

Alcuni hanno parlato proprio di “depressione da facebook”, il vedere coetanei che si divertono o che condividono momenti di felicità lì ha fatti sentire tristi ed inferiori perché convinti di star perdendo attimi felici di vita.

Anche Instagram in questa partita gioca un ruolo fondamentale, l’uso di filtri bellezza e la forte presenza di corpi ritoccati causa senso di inadeguatezza facendo sentire il proprio corpo come un corpo sbagliato. Sensazione fomentata dagli utenti stessi della piattaforma quando fanno body shaming, giudicano cioè forme e parti del corpo delle persone attraverso commenti sui social.
Non solo giovani e disturbi psicologici, ma anche emozioni come la rabbia sono state fomentate dalla messa in circolo di fake news sull’argomento. 

Non è sempre facile avere a che fare con internet, soprattutto se si lavora con questi strumenti è necessario capire come riuscire a disintossicarsi dai social network per garantire un equilibrio mentale.

Come disintossicarsi dai social

Avere un attimo di stacco dai social media è molto importante, soprattutto se con questi strumenti ci lavori. Spesso capita di non avere neanche le idee per poter lavorare, e quando succede presta molta attenzione perché è un campanello d’allarme.
Disintossicarsi dai social network permette, infatti, di rendere più proficuo il tuo lavoro e per questo dovrebbe diventare una vera e propria abitudine da calendarizzare.

Si, ma come faccio?

Uno dei modi più utilizzati è quello, appunto, di imporsi due giorni di stop dal mondo del network.

Fare una gita fuori porta (per esempio cercando uno dei tanti mercati a tema presenti in città, a Firenze o in Toscana) prendere del tempo per sé stessi e rilassarsi, anche semplicemente leggendo un bel libro, uscire a cena fuori, andare ad un concerto, stare in compagnia di amici o della propria famiglia, sono tutte delle ottime soluzioni da prendere in considerazione per ricaricare le batterie.

Secondo noi però c’è una seconda analisi che aiuta nella gestione di se stessi

Sapere usare bene i Social

I Social sono stati una ottima valvola di sfogo durante il lockdown, mi viene da pensare al contrario: stare chiuso in casa senza nemmeno comunicare con l’esterno.
Come tutte le novità prima si usano, poi si abusano, poi si rifuggono ed infine si torna moderati nel loro utilizzo.

Bisogna solo impare a goderseli nel tempo e nel modo giusto, facendo un calendario giornaliero di “quando posso usare il social” e non il contrario.
Per esempio leggo i post di facebook dopo pranzo, come posso decidere di leggere le mail 2 volte al giorno, whatsapp ogni 2 ore…. perchè se fosse urgente mi dovete telefonare! E così via.
Sono regole di utilizzo e non il contrario.

Se non si ha la possibilità di concentrare il relax in due giorni, il consiglio è quello di fare una lista di cose che vorresti fare e spalmarla nell’arco della settimana dedicando un paio di ore, ogni due giorni, alle attività che ti fanno sentire più rilassata.

Marketing e Salute

Quanta delicatezza hai? Ecco, usala tutta.
Se c’è un argomento delicato è la salute, va usato un linguaggio rispettoso, prudente, non consiglierei mai immagini forti o impattanti per avere un po’ di pubblico in più.
Nei prossimi giorni metterò qui sotto un elenco di Campagne Pubblicitarie “sanitarie” che hanno funzionato o che non hanno funzionato.

Tags: ,

Data

Apr 07 2023

Luogo

Mondo

Prossimo avvenimento

QR Code

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *