Il Destination Marketing (o marketing di destinazione, marketing per l’attrazione turistica) è un approccio di marketing strategico incentrato sull’attrazione dei visitatori e dei loro capitali verso una destinazione specifica, di solito una città o un’area con una forte presenza turistica locale. È ampiamente riconosciuto che la forza di qualsiasi economia locale inizia dalla sua capacità di proporsi e quindi commercializzarsi. Che siate il sindaco della vostra città o semplicemente qualcuno che ha a cuore il suo futuro, questo articolo del blog vi darà tutto ciò che dovete sapere sul destination marketing, sul perché è importante e su come si presenta nella pratica.

Che cos’è il destination marketing?

Il marketing di attrazione turistica è il processo di promozione di un luogo specifico per stimolare i viaggi di lavoro, di business o di piacere.
Comunque sia il motivo chi viene attratto è un turista e porta con sè i suoi interessi e le sua potenziali spese.
Una destinazione può essere una città, uno Stato, un paese o qualsiasi altro luogo che eserciti una particolare attrattiva sui viaggiatori. Questo processo di attrazione comprende campagne di marketing e pubblicità, nonché partnership con organizzazioni e aziende legate al mondo dei viaggi. In sostanza, tutto ciò che porta l’attenzione su un luogo specifico fa parte del destination marketing. Il marketing di destinazione non è solo pubblicità.

Perché il destination marketing è importante?

Il Destination Marketing è fondamentale per il successo di qualsiasi città o area che si basi sulle entrate turistiche. La capacità di portare i visitatori in un luogo e di convincerli a rimanere e a spendere è fondamentale per qualsiasi economia locale. La nota positiva del marketing di attrazione turistica è che una volta attirati i visitatori, non ci vuole molto meno fatica per farli spendere.
Le persone sono pronte a spendere soldi in hotel, ristoranti e souvenir non appena si sono convinte di arrivare e visitare il luogo in quesione.
Un ottimo esempio è la città di New Orleans, che ha recentemente studiato come riportare più visitatori dopo l’uragano Katrina. Le iniziative di destination marketing, come lo slogan “New Orleans vive!”, si sono concentrate sul ritorno dei visitatori in città. Gli sforzi hanno avuto successo, con un aumento dei visitatori da 5,7 milioni nel 2005 a quasi 10 milioni nel 2017. Oggi New Orleans è una delle città più visitate degli Stati Uniti.
Pensate in Italia a Lucca. Nel tempo ha saputo creare un evento così esclusivo, interessante e coinvolge come il Lucca Comics che oggi spende i suoi denari non più sulla attrazione ma sul coinvolgimento dei turisti della manifestazione.

Come funziona il destination marketing?

Il modo migliore per capire come funziona il marketing di attrazione è suddividerlo in tre attività principali:

Sviluppo del Prodotto: La prima attività è legata allo sviluppo del prodotto, che si riferisce alle particolarità del luogo, ai prodotti tipici e/o ai servizi disponibili in una destinazione come per esempio uffici attrezzati per persona in affari (un luogo può essere anche in ufficio vicino alla stazione o areoporto).
Questo potrebbe includere tutto, dai servizi di trasporto alle strutture alberghiere.

Promozione: La seconda e più ovvia attività del destination marketing è la promozione. Per promuovere una destinazione, è necessario spargere la voce, e il modo migliore per farlo è attraverso il marketing e la pubblicità.

Miglioramento del Servizio: La terza attività fondamentale del destination marketing è il miglioramento del servizio, che consiste nell’assicurarsi che l'”esperienza del cliente” sia eccezionale e sempre migliore nel tempo.

Tutte e tre le attività lavorano insieme per mobilitare il potere economico del turismo.

Quando è opportuno utilizzare DMO e DTO?

Si tratta di una distinzione importante da comprendere quando si parla di marketing di destinazione. Esistono due tipi di organizzazioni che sono fondamentali per il successo del turismo in un determinato luogo: Le organizzazioni di marketing di destinazione (DMO) e le organizzazioni turistiche private di destinazione (DTO).
Una DMO è un’organizzazione senza scopo di lucro che si occupa della strategie e della gestione coordinata di tutti gli elementi che costituiscono una destinazione turistica.
La maggior parte delle città o dei paesi funzionano sono proprie DMO, assumendo tutte le attività sopra elencate.

Le DTO sono per lo più Organizzazioni Private che sono specializzate nella promozione turistica locale, creando partnership o organizzando eventi, ma molto più spesso sono specilizzate in “verticale” su un prodotto o su un Servizio. Per esempio organizzazioni specializzate nella proposta di vini, di eccellenze del terririo in ambito culinario oppure specilizzate in Concerti, Eventi, etc etc.

Ruoli e responsabilità delle DMO

Come detto, le DMO sono le organizzazioni che guidano il marketing di destinazione all’interno di un determinato luogo. Sono responsabili dello sviluppo e dell’implementazione di piani di marketing, nonché della creazione di partnership e della collaborazione con altre organizzazioni.
– Sviluppo di piani di marketing –

Ruoli e responsabilità delle DTO

Come detto, le DTO non sono responsabili del marketing in alcun modo. Tuttavia, hanno la responsabilità di sostenere lo sviluppo e l’attuazione di piani di marketing da parte di altre organizzazioni. – Supportano con informazioni e relazioni lo sviluppo dei piani di marketing.

In conclusione

Se siete interessati a far parte del team di destination marketing della vostra città, dovete comprendere i concetti di base della strategia. Tra questi, le tre attività principali del marketing (promozione, sviluppo del prodotto e miglioramento del servizio) e la differenza tra DMO e DTO. Quando si parla di marketing di destinazione, è fondamentale capire che la forza di qualsiasi economia locale inizia dalla sua capacità di commercializzarsi. Che siate il sindaco della vostra città o semplicemente qualcuno che ha a cuore il suo futuro, è importante che comprendiate i concetti di base della strategia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *